Le TD-K

Morbide per ectasie corneali nella forma refrattiva

Il protocollo applicativo TD-K è adatto nei casi non evoluti di Cheratocono (KC) e Degenerazione Marginale Pellucida (DMP), quando non è presente una significativa compromissione visiva. Per assicurare il comfort e minimizzare gli effetti bio-meccanici sull’ectasia, le lac Toriche TD-K sono progettate con peculiarità uniche.
L’impiego dei polimeri Hydrogel a diversa idrofilia e del Silicone Hydrogel garantiscono il rispetto fisiologico durante il porto. Le TD-K sono scelte in base al recupero visivo ed al grado di comfort del portatore.

Caratteristiche geometriche

– Geometria Torica Interna con design specifico.
– Stabilizzazione Dinamica dedicata.
– Spessori e Zone Ottiche ottimizzate.

Selezione del portatore

Determinare la correzione oftalmica per il miglior visus (BCVA): se il dato è superiore a 5/10, anche in presenza di una prescrizione sfero-cilindrica di valore elevato, si può massimizzare tale risultato mediante l’applicazione di una lac TD-K.
L’opzione Bi-Torica assicura la performance visiva grazie alla correzione degli astigmatismi residui.

Procedure applicative

  1. Adattare dal Trial-Set TD-K la lac con asse e cilindro correttivo più vicino al dato di refrazione.
  2. Attendere 30’ dall’inserimento, poi valutare:
    – Dinamica all’ammiccamento ed al Push-Up test.
    – Rapporto di copertura corneale: TD vs HVID.
    – Orientamento delle linee di repere ed eventuale rotazione delle marcature.
  3. Rilevare la BCVA in sovra-refrazione soggettiva, e definire i valori ottimali: Sfero, Cilindro ed Asse.
    Note cliniche:
    – Se BC e/o TD non fossero adeguati, selezionare nuovi i parametri per stabilizzare la lente.
    – Se presente una rotazione delle tacche, sostituire la lac in prova compensando l’asse seguendo i normali criteri applicativi delle morbide toriche

Ordine lente definitiva

Tramite l’impiego di Software Vettoriali, determinare la correzione ottimizzata della lente da ordinare:

  • Al potere della lac provata addizionare il dato della sovra-refrazione ed inserire l’entità e la direzione della rotazione delle linee di repere.
  • Comunicare al Professional Service il risultato ottenuto dal calcolo vettoriale ed i dati relativi al potere e all’asse della lac TD-K provata.