Le REV

Design reverse per cornee oblate e post chirurgia

Quando la cornea presenta un profilo oblato, determinato dagli effetti della chirurgia refrattiva laser (PRK, LASIK…), e si evidenzia una regressione dell’ametropia miopica è necessario selezionare lac morbide dal raggio base piatto ed incrementare la profondità sagittale in area periferica. Le geometrie Reverse prevedono uno sviluppo adatto ad ottenere il miglior effetto correttivo, favorendo il corretto posizionamento della lente.

tslac

 

Selezione del portatore

Cornea Oblata, nel post chirurgia refrattiva laser e in particolari situazioni di Cheratoplastica Lamellare.
Il profilo Reverse permette di massimizzare il centraggio della lente morbida, di ridurre possibili fluttuazioni visive collegate ad una errata relazione tra raggio base e parametri corneali piatti.
Polimero consigliato: la % di idrofilia è selezionata in base alle condizioni lacrimali del soggetto.

Scelta della lac di prova

  1. Rilevare i SIM-K e selezionare il Raggio Base (BC) sommando un coefficiente di appiattimento di circa 0,30mm sul Kpiatto corneale.
  2. Valutare in topografia corneale – scala assoluta, mappa assiale – la differenza di curvatura o di potere tra l’area centrale e la zona esterna all’ablazione, a circa 8/9mm, per definire il livello di Inversione sul raggio base teorico calcolato.
  3. Selezionare il Diametro Totale in funzione delle dimensioni corneali (HVID), addizionando alla misura rilevata un coefficiente di circa 2/2,5mm.

Procedure applicative

  1. Dopo 30’ dall’inserimento, valutare il movimento della lac all’ammiccamento e con Push-Up test, verificare il rapporto di copertura (TD vs HVID) ed il corretto posizionamento.
  2. Determinare la sovra-correzione per il miglior visus, quindi ordinare la lac di prova o definitiva compensando i possibili residui cilindrici con il modulo a Toricità Esterna e stabilizzazione di tipo Prismatica o Dinamica.
  3. Polimeri: scelta in funzione della lacrimazione.